Partire tornare ... ripartire ritornare ... in un continuo inarrestabile viaggiare

19 dicembre 2006

AGNONE 8 DICEMBRE 2006

Quella dell’8 dicembre è stata un’edizione straordinaria. La ‘Ndocciata è il grande rito del fuoco. È cosa antica, dicono gli abitanti di Agnone, mentre preparano le torce d’abete bianco e ginestre, con cui daranno vita al fiume di fuoco che, ogni anno, viene acceso il giorno della vigilia di Natale. A rendere possibile la manifestazione sono i portatori, di tutte le età, che sfilano in ordine crescente lungo il corso principale, sfidandosi, tra l'incitamento del pubblico, per l'aggiudicazione del trofeo dello 'Ndocciatore.
Cecco Angiolieri scriveva: S'i' fosse foco, arderéi 'l mondo. Il suo fuoco infiamma e rende vivi.
Per Wilde un bambino che si è scottato ama il fuoco. Il suo fuoco è metafora dell’appagamento del proibito.
Per me il fuoco è fiamma da fissare e leggerci dentro, è elemento che scalda e che riempie la casa. Quando nasci in una terra dove il caminetto è protagonista sai, fin da bambina, che una legna non fa fuoco, due legne ne fa poco, tre legne un focherello, quattro legne un fuoco bello. Crescendo impari a disporre questi pezzi di legna sulla pietra, ad assistere la fiamma all’inizio. Devi dargli ossigeno, quando bruciano i rami secchi che si consumeranno in fretta, e dureranno giusto il tempo necessario a far sì che comincino ad ardere i pezzi più grandi. E solo allora, puoi lasciarlo da solo, aiutandolo ogni tanto e nutrendolo con altra legna.

13 Commenti:

  • Alle martedì, dicembre 19, 2006 5:33:00 PM , Anonymous bulgakov ha detto...

    Lu miu amuri 'pa me zita
    rassumigghia ad un luci,
    ncapu na pentola di crita
    vugghie l'ingredienti cchiu duci
    ogni tanto si ci suscia
    accussì iddu sbampa
    ma a pietanza 'un s'abbruscia
    è cchiu bona anche se abbampa
    un s'astuta mai manco un poco
    come mi piace stu ioco 'i foco

    Per non disturbare Olga:

    Il mio amore per la mia ragazza
    assomiglia ad un braciere
    sopra una pentola di creta
    cucina gli ingredienti più dolci
    Ogni tanto ci si soffia
    così la fiamma prende vigore
    ma la pietanza non si brucia
    è più buona anche se scotta
    non si spegne neanche per un poco
    come mi piace questo gioco di fuoco

     
  • Alle martedì, dicembre 19, 2006 5:46:00 PM , Anonymous barbi ha detto...

    ...ma che carini che siete!!! :))))
    Mi piace il fuoco, ma al momento non mi vengono in mente perle di saggezza popolare da regalarvi....

    E poi è vero, Bulgakov è contagioso.....penso solo al cibo siciliano.... :-D
    Anche se credo che questa malattia me l'abbia contagiata Totò l'anno scorso! :-D
    Ciao Albi ti lascio un baciotto! :)

     
  • Alle martedì, dicembre 19, 2006 6:02:00 PM , Anonymous Anonimo ha detto...

    ... è il rito del fuoco pìù grande del mondo ;-) e ce l'abbiamo solo noi in Molise ...
    M.

     
  • Alle martedì, dicembre 19, 2006 6:15:00 PM , Anonymous nullo ha detto...

    albi, dio ti benedica per aver raccontato cosi bene il nostro rapporto, antropologico perche' infantile, col fuoco.

    troppe sere, al paese, ho preferito passarle osservando il fuoco, invece che con gli esseri umani.

     
  • Alle martedì, dicembre 19, 2006 7:31:00 PM , Anonymous Anonimo ha detto...

    Indiani d'America e la testimonianza di sè attraverso il fuoco, come se essere piccole riserve arde il cuore,brucia la rabbia,rasserena piano,lentamente contro il freddo;
    Solo voi come pochi sapete giocare con il fuoco sapendolo addomesticare fin da piccoli,ordinatamente, non avendone paura ma non sfidandolo.
    Fuoco dentro e se posso,Albi tu sei una squaw perfetta.
    Bookends.

     
  • Alle martedì, dicembre 19, 2006 11:36:00 PM , Blogger Anonymous ha detto...

    Book, ti adoro!
    Bulkagov, stiamo peggiorando, Barbara è passata dal "geniali" a "carini"!
    Nullo, i nostri fuochi fanno compagnia!
    E le scintille? Che prima o poi ti beccano? Ognuno, a Natale, rimedia il suo buchino nel pigiama, che poi fa storia. Quello è il buco dell'anno scorso ... questo di quest'anno ... finchè non cambi pigiama!!!

     
  • Alle mercoledì, dicembre 20, 2006 8:51:00 AM , Anonymous bulgakov ha detto...

    Già Albi mi sa che è l'inizio del declino, siamo a metà strada tra "il geniale" ed il "mah in mancanza di meglio ...". Book addomesticare il fuoco? Questa si che sarebbe una magia degna di un grande sciamano

     
  • Alle mercoledì, dicembre 20, 2006 12:19:00 PM , Anonymous supergiovane ha detto...

    Auguri JdB

     
  • Alle mercoledì, dicembre 20, 2006 12:43:00 PM , Anonymous avy ha detto...

    cara anonymous, da ex scout continuo a nutrire una stima enorme per i nostri antenati che riuscivano ad accendere il fuoco anche senza cerini e accendini...

    per me rimangono dei geni. %-)

     
  • Alle mercoledì, dicembre 20, 2006 2:36:00 PM , Anonymous barbi ha detto...

    Ciao carissima.....
    ....non vi posso mica scrivere tutti i santi giorni che siete geniali... diventerei monotona, no? ;)
    L'importante è pensarlo :P
    Bacetti

     
  • Alle mercoledì, dicembre 20, 2006 4:28:00 PM , Blogger Anonymous ha detto...

    Auguri SuperG, magari poi ce li rifacciamo, lo devo fare pure io un post natalizio o no!?! Funziona JdB, mi piace.

    Caro Avy, scout non l'avrei detto, o forse sì, pensando al tuo viaggio in India. Sai quelle cose molto milanesi e cittadine, tipo la carbonella o il liquido infiammabile? ... Non li uso!!! Se sai accendere il fuoco, non ti servono! Pertanto, considerando che i nostri antenati vivevano in tutt'altra epoca, priva di ogni strano aggeggio moderno, io che accendo il fuoco con carta, stoppie e fiammifero sono un po' genio! Grazie per aver colmato la mancanza di Barbara!

    Barbara, troviamo un compromesso, un post sì e un post no, giusto per darci fiducia!!

     
  • Alle giovedì, dicembre 21, 2006 11:49:00 AM , Anonymous Anonimo ha detto...

    Mi sono scottato!

     
  • Alle giovedì, dicembre 21, 2006 12:54:00 PM , Anonymous Il farmacista ha detto...

    Foille, contro le scottature!

     

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page